top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRedazione Publiphono

Stagione al termine per Publiphono Rimini. Tempi di conteggi e curiosità.

Aggiornamento: 10 set 2023

L'estate sta volgendo al termine e con essa giunge alla conclusione un'altra stagione di lavoro intensa e dedicata per Liljana e il suo staff, le voci di Publiphono Rimini, conosciute affettuosamente come gli "angeli della spiaggia". Da giugno a settembre, hanno affrontato numerose sfide quotidiane per riunire famiglie smarrite sulla vivace spiaggia di Rimini. Ora è tempo di conteggi e di qualche curiosità su cui ci vogliamo soffermare.



Ma prima vogliamo ricordare che servizio di ricerca di persone smarrite di Publiphono Rimini è un pilastro della sicurezza sulla costa adriatica. Gli annunci di persone disperse sono possibili anche alle descrizioni accurate fornite dagli operatori della spiaggia, come bagnini, "mosconai" e salvataggi, che qui ringraziamo assieme ai tanti inserzionisti che permettono alla "voce" della spiaggia di restare accesa da 77 anni! Sono spesso i familiari ansiosi, in particolare a causa di bambini di cui si sono perse le tracce, a contattare Publiphono Rimini per chiedere aiuto. La sfida è coinvolgente e richiede competenza multilingue, coordinazione e pazienza. Con quasi 150 altoparlanti distribuiti chilometri e chilometri di spiaggia, il processo di ricerca può essere complesso e richiede il massimo impegno da parte di Liljana e il suo team. Quest'estate, sono emerse come sempre storie toccanti e curiose, che dimostrano il ruolo vitale svolto da Publiphono Rimini:


Il più piccolo E' il caso del bambino più giovane smarrito, risolto grazie a una precisione descrizione che è arrivata dal dettaglio risolutivo: "avrà circa 1 anno e mezzo, costumino rosa… e ha il ciuccio." Un colpo di arguzia e di attenzione ai particolari che ha permesso di riunire rapidamente il piccolo con la sua famiglia.


I più trendy

Mentre cercavano di riunire famiglie, Liljana ei suoi collaboratori hanno notato le tendenze della moda tra i più giovani. I costumi con i dinosauri hanno conquistato i cuori dei bambini, mentre le bimbe hanno sfoggiato orgogliosamente costumi rosa con unicorni.


In direzione entroterra Un signore anziano smarrito è stato individuato grazie a una descrizione dettagliata trasmessa da Publiphono Rimini. Una bagnante attenta lo ha riconosciuto a oltre 500 metri dalla spiaggia, in uno stato di confusione, vicino a un sottopasso di Viserba, verso la campagna. Una dimostrazione di come l'attenzione di tutti possa fare la differenza.

Da Viserba a San Giuliano Un altro caso "chilometrico" è stato quello di un bambino ucraino che si è allontanato dalla spiaggia di Viserba intorno alle 11.20 del mattino. Grazie agli sforzi congiunti, è stato ritrovato a San Giuliano nel pomeriggio. Un altro successo nel riunire famiglie in momenti di preoccupazione.


Da Rivazzurra a Cattolica Solo qualche giorno fa, a settembre, un altro anziano si è smarrito nella zona di Rivazzurra. Grazie alla collaborazione con le forze dell'ordine, è stato ritrovato nel primo pomeriggio a Cattolica.


Due sperduti con un annuncio Un cuore che si è diviso in due: un annuncio è stato fatto per cercare sia la nonna che la sua adorabile nipotina, assicurando che entrambe tornassero a casa sani e salvi. Questi gesti di empatia mostrano l'umanità dietro il servizio di Publiphono Rimini.

In conclusione, il lavoro instancabile di Liljana e Samuela, gli "angeli della spiaggia," ha reso l'estate sulla Riviera Adriatica non solo un periodo di relax e divertimento, ma anche un momento in cui le famiglie smarrite sono state riunite grazie alla dedizione dello staff.


Concludendo un'altra stagione pensiamo che Rimini possa guardare indietro con gratitudine a coloro che lavorano instancabilmente per garantire la sicurezza e il benessere di tutti sulla sua amata spiaggia.



85 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page